Sul blog Kehre su libero.it ho letto una bella recensione del romanzo più famoso di Bianciardi, La Vita Agra.

Storia di un anarchico che arriva a Milano per far saltare in aria la Montecatini, la Vita Agra, edito nel 1962, fu di colpo un successo editoriale.

Ringrazio l’anonimo/a blogger Grazyanna per avermi/ci ricordato questo bel libro delle recente letteratura italiana.

Resta il rimpianto per una Milano che a quei tempi era industria culturale italiana e non solo. Quando finirà la nottata?

Buona notte