Scritto nel 1955 e rivisto e ripubblicato nel 1970. Fondamentale.

Tra le varie citazioni possibili una, questa:

“L’introduzione stessa di mezzi meccanici di riproduzione e di esecuzione dell’opeta d’arte (ndr: seguono esempi) …. fa sì che l’antico 《talento》manuale e artigianale abbia subito un colpo decisivo. In tutti questi casi verrà sempre più a contare l’elemento immaginario, creativo, di gusto e di giusta conoscenza degli aspetti simbolici, comunicativi, dell’arte piuttosto che quello di una skillfilness manuale, che poteva anche essere scissa dall’autentico spunto creativo. E forse questo ci spiega perché molte forme d’arte moderna siano, non più 《facili》, ma più difficili, di quelle dell’antichità: la componente artigianale, manuale, irrituale essendo andata infranta, è molto più arduo per il creatore odierno mantenere i suoi prodotti all’altezza dei mezzi che la società meccanizzata gli offre.”