L’ho già fatto altre volte. Dipingo un’opera su carta precedentemente riquadrettata in rettangoli più piccoli.

Per esempio, il cartone che ho dipinto ieri da 46×60 l’avevo idealmente suddiviso in 25 piccoli rettangoli.

Poi ho dipinto un paesaggio. In primo piano una balconata naturale divisa da una staccionata ricolma di verde da colline aspre difronte.

Una volta finito di dipingere, ho tagliato i 25 rettangoli, ottenendone quindi 25 piccoli quadretti.

Una o venticinque opere? La prima non esiste più, si è sciolta in 25 operette.

L’aura è calata e ha lasciato 25 piccole nuvole.

Si sa: dall’arte nasce arte, ma anche per partogenesi?