Il libro di Giobbe attribuisce all’inizio una facoltà di preveggenza: chi ha elargito all’inizio la sapienza?