Waltz With Bashir

 

Waltz With Bashir di Ari Folman
 
Il film è l’ingegnoso tentativo del regista d’animazione Ari Folman di rendere conto delle atrocità a cui ha assistito durante il suo servizio di leva nell’esercito israeliano, in particolare il massacro di Sabra e Chatila. Tormentato da falsi ricordi e blocchi mentali, Folman ha scelto di intervistare tutti i testimoni che è riuscito a raggiungere e convertire le loro testimonianze in disegni animati, completati con scene dei suoi peggiori incubi e drammatiche ricostruzioni. Un film straordinario, straziante, provocatorio, che fa uscire barcollanti dalla sala.
Una sera, in un bar, un vecchio amico racconta al regista un sogno che tormenta le sue notti: viene inseguito da 26 cani feroci. Tutte le notti, lo stesso numero di cani. I due concludono che sicuramente questo ha a che fare con la loro esperienza comune nell’esercito israeliano durante la prima guerra lel Libano, all’inizio degli anni Ottanta.
Ci fu un massacro tremendo, di innocenti rifugiati palestinesi, nei campi di Sabra e Shatila. Il regista ricorda tutto attraverso un sogno, che viene visto nel film. Una visione di persone che escono dal mare, nudi e s’incamminano verso la città, dove non ci sono più persone, solo donne che piangono i loro morti.
Nel film ritroviamo tutto, la crudeltà, la giovinezza dei soldati, il terrore, la follia e scene che ricordano l’Olocausto. E’ un documentario, vuole essere un monito per i giovani, contro la guerra. E’ uscito nell’anno del 60esimo anniversario della fondazione di Israele, questo ci fa pensare. 

Waltz With Bashir  
Regia: Ari Folman.
Genere Drammatico,  90′. –
Produzione Israele, Germania, Francia 2008

 

 

sito film
Cinemagora