Trovo in rete citato dalla signora Vittoria Gualco, artista genovese molto brava, questa frase di Rilke. Vale per la poesia come per la pittura. È quello che si fa o che si dovrebbe fare sempre.

“Lasciar compiersi ogni impressione e ogni germe d’un sentimento dentro di sè, nel buio, nell’indicibile, dell’inconscio irraggiungibile alla propria ragione e attendere con profonda umiltà e pazienza l’ora del parto d’un nuova chiarezza: questo solo si chiama vivere da artista, nel comprendere come nel creare.” R.M.Rilke

Altro da aggiungere? No, grazie.

Liquido/solido